IL GIRO D'ITALIA PARTE DALL'OLANDA

La gara ciclistica rende omaggio al Paese europeo con il più diffuso uso della bicicletta.

Il 6 maggio la 99a edizione del Giro d'Italia prenderà il via da Apeldoorn in Olanda, dove si svolgeranno le prime te tappe del tour rosa. Un omaggio a Fred Rompelberg, il più anziano professionista del mondo detentore dal 1995 del record di velocità su bici: 269 kmh sulla scia di un’auto da gara. E al Paese più ciclabile del mondo, con 18 milioni di biciclette per 16.877.000 abitanti. Con 32.000 km di piste ciclabili, contro i 2274 km di autostrade: in media ogni olandese pedala per 900 km l'anno. Il 26% dei viaggi è effettuato in bicicletta, il 34% per distanze fino a 75 km. Le due ruote servono anche per il trasporto merci, le bakfiets, bici con una cassa sotto e davanti al manubrio sono usate da oltre un secolo: il modello tradizionale è stato ridisegnato per trasportare i bambini o la spesa. E 4500 km di ciclovie - con semafori, ponti, rotonde agli incroci e persino gallerie, su cui i ciclisti non incontrano mai auto né pedoni - sono dedicate al cicloturismo: un itinerario circolare di 1300 km disegna i confini del Paese. L'uso della bicicletta è in continuo aumento (più 40% ad Amsterdam negli ultimi 20 anni), è un mezzo interclassista, usato da gente comune, ricchi, poveri, manager e famiglia reale. Si progettano nuove ciclabili e grandi parcheggi per le bici con i fondi risparmiati dal comuni grazie al boom delle due ruote che ha ridotto la spesa pubblica per i trasporti e per le infrastrutture automobilistiche.

 

ALTRE INFORMAZIONI A

É L'OLANDA IL PAESE PIÙ CICLABILE


Se ti è piaciuto l'articolo fai una donazione anche di un solo euro. Questo sito è finanziato dal contributo dei lettori. Grazie

03/05/2016
Operatore di cicloturismo in Olanda
Dutch Cyclists' Union
Sito del Giro d'Italia