GRAZIE A UNA NUOVA LEGGE, 18 LINEE FERROVIARIE DISMESSE POTRANNO ESSERE USATE PER TRENI TURISTICI

Con grande ritardo, la legge 128 in vigore da settembre permetterà l'istituzione di ferrovie turistiche in aree di pregio naturalistico o archeologico, soprattutto in Sicilia e Sardegna.

Una piccola parte dei 6650 km di ferrovie italiane dismesse potrà avere un nuovo futuro grazie alla legge 128 - entra in vigore il prossimo 7 settembre - che, sui binari abbandonati in 18 aree di particolare pregio naturalistico o archeologico (soprattutto nelle isole), istituisce i treni turistici. Secondo la legge in questione le tratte interessate (di seguito l'elenco) possono diventare linee a uso turistico solo se finanziate dalle regioni competenti o dal gestore della rete ferroviaria nazionale. A oggi solo 450 km di antiche rotaie nazionali sono percorse saltuariamente da convogli turistici. Mentre altri 700 km di ferrovie in disuso sono state riconvertite in ciclovie, soprattutto in Liguria, Emilia, Veneto e Calabria: altri progetti di conversione dei binari in piste ciclabili sono in attuazione in Piemonte, Veneto, Trentino-Alto Adige, Emilia e Sicilia; coprono circa 200 km di rete dismessa.

LINEE A USO TURISTICO PER LA LEGGE 128

Piemonte: Ceva-Ormea.

Lombardia: Palazzolo sull'Oglio-Paratico.

Friuli: Sacile-Gemona.

Toscana: Asciano-Monte Antico.

Marche: Fano-Urbino.

Lazio: Civitavecchia-Capranica-Orte.

Abruzzo: Sulmona-Castel di Sangro; Castel di Sangro-Carpinone.

Campania: Avellino-Lioni-Rocchetta Sant'Antonio.

Calabria: Cosenza-San Giovanni in Fiore.

Sicilia: Alcantara-Randazzo; Agrigento Bassa-Porto Empedocle; Noto-Pachino, Castelvetrano-Porto Palo di Menfi.

Sardegna: Mandas-Arbatax; Isili-Sorgono; Sassari-Palau Marina; Macomer-Bosa.

ARTICOLI SULL'USO DELLE FERROVIE DISMESSE

GOTTARDO STORICO NUOVA ATTRAZIONE TURISTICA

TRENI LOCALI VOLANO DEL TURISMO

PEDALARE COME UN TRENO

ARTICOLI SUI VIAGGI IN TRENO

IL TRENO É IL MEZZO PIÙ ECOLOGICO

SEAT61, L'UOMO CHE AMAVA I TRENI


Se ti è piaciuto l'articolo fai una donazione anche di un solo euro. Questo sito è finanziato dal contributo dei lettori. Grazie

25/08/2017