IL MOVIMENTO NATURISTA

Vivere nudi è uno stato naturale, non immorale, né indecente. Per il naturista stare nudo è la logica conseguenza del proprio essere interiore. Senza alcun risvolto pruriginoso e oltre le banali convenzioni sociali.

Nato in Germania a inizio Novecento, il naturismo è un movimento che ricerca un contatto totale con l’ambiente, scopo raggiunto attraverso uno stile di vita nel quale lo stare nudi è la logica conseguenza del proprio essere interiore. Senza alcun risvolto pruriginoso e oltre le banali convenzioni sociali, il naturista parte dal rispetto di persone, animali ed ecosistema. Conduce una vita sana, si alimenta con prodotti naturali, pratica sport all'aria aperta e la sua nudità – espressa in luoghi pubblici - ha aspetti sociali. A differenza del Nord Europa, in Italia il naturismo è stato represso (per decenni la polizia compiva raid sulle spiagge nudiste) e relegato a club privati. Vivere nudi, come siamo nati, è uno stato naturale: non immorale, né indecente, come viene bollato dai bigotti. Nei centri naturisti prevalgono famiglie e persone di mature. Storicamente il movimento si sviluppo, in opposizione all’industrializzazione, come istanza libertaria diffusa tra socialisti ed anarchici: non a caso fu considerato sovversivo. Tornò in auge negli anni Sessanta e Settanta con gli hippies, che vivevano il naturismo come un elemento chiave del ritorno alla terra – associato spesso alla liberazione sessuale e all’ostentazione del nudo (soprattutto durante i festival pop) come elemento di rottura delle soffocanti convenzioni borghesi – e contribuirono a diffondere il movimento in tutto il mondo. Il naturismo non va confuso con il nudismo, comportamento legato ad aspetti balneari modaioli come la tintarella integrale e privo di alcun supporto filosofico. Il nudismo è diventato anzi l’elemento di richiamo per i resort votati all’incontro sessuale – come l’Hedonism - che si stanno moltiplicando soprattutto in Caraibi e Messico.

GIORNATA MONDIALE DEL NATURISMO

Da sette anni, la prima domenica di giugno è il giorno di festa per il mezzo milione di italiani che pratica il nudismo. La ricerca della totale libertà del corpo tra mare e natura è un fenomeno diffuso in Nord Europa e negli Stati Uniti, dove esistono alberghi, ristoranti e crociere per chi ama vivere senza veli. In Italia è un costume in crescita nonostante il contrasto legislativo: la Cassazione ha dichiarato penalmente irrilevante il nudo integrale su spiagge appartate; ma l'articolo 726 multa gli atti contrari alla pubblica decenza in luogo pubblico.

 NATURISMO IN NUMERI

 500.000 i naturisti in Italia

 37% gli italiani che hanno praticato il naturismo almeno una volta

 20 milioni i naturisti in Europa

 40 milioni i naturisti negli Stati Uniti

 600 le strutture naturiste (campeggi e villaggi turistici) in Europa

 400 milioni i dollari vale il business del naturismo negli Stati Uniti

 NUMERO SPIAGGE DEDICATE AL NATURISMO

230 in Spagna

160 in Francia

Tutte in Germania

20 in Italia

IN GERMANIA TREKKING PER NUDISTI

Monika Rauhut, sindaco di Dankerode, una cittadina della Sassonia-Anhalt, ha accolto la richiesta di Heinz Ludwig, proprietario di un campeggio per naturisti, e ha legalizzato pochi giorni fa il primo sentiero europeo per camminatori nudi pensando che possa implementare il turismo nella regione. L’itinerario di pochi chilometri è recintato e agli ingressi si trovano cartelli che avvertono “se non volete vedere gente nuda, non superate questo punto”. Il fenomeno dilaga in Svizzera, dove la Corte Suprema si pronuncerà presto su un’istanza per permettere i trekking naturisti nella Confederazione.

 


Se ti è piaciuto l'articolo fai una donazione anche di un solo euro. Questo sito è finanziato dal contributo dei lettori. Grazie

28/06/2011
Eco Campeggio Naturista Sasso Corbo
Programma del Festival Naturista
Unione Naturisti Italiani
Federazione Naturista Italiana
Info Naturista
ANITA - Associazione Naturista Italiana
ANEI - Associazione Naturista Ecologista Italiana