LE BALENE GRIGIE DEL PACIFICO

Arrivano qui dal Mare di Bering per la loro stagione degli amori

A Guerrero Negro s'incontrano gli abitanti più stupefacenti della Baja California (Messico): le balene grigie (Eschrichtius robustus). Arrivano qui ogni anno 15 mila esemplari dal gelido Mare di Bering dopo un viaggio in piccoli gruppi di 8000-11.000 km: una delle più lunghe migrazioni compiuta da un mammifero. Partono dall’Alaska a ottobre, quando il ghiaccio le spinge a sud.  Viaggiano notte e giorno, percorrendo 120 km al giorno a una velocità media di 8 kmh. Entro inizio gennaio, la maggior parte si trova tra Monterey (California Usa) e Los Cabos (Baja California), spesso visibile dalla riva. Fra dicembre e aprile, si rifugiano nell'immensa laguna Ojo de Liebre. Nelle sue acque calde e ricche di plancton e molluschi svernano e si riproducono. I loro dorsi lucidi ed enormi, colore dell'ardesia, affiorano fra queste acque in cui consumano la loro stagione dell'amore. Prima mettono fuori la testa, poi saltano, sembra che danzino e facciano acrobazie sull’acqua, schizzano completamente fuori dal mare per ricadere in un’esplosione di spruzzi. Lunga fino a 16 metri e del peso di 30-40 tonnellate, la balena grigia vive da 50 a 70 anni, usa un linguaggio articolato con suoni a bassa frequenza udibili anche a distanza. La fecondazione avviene dopo balzi fuori dall’acqua e coinvolge fino 20 esemplari che si accoppiano per ore, scambiandosi i partner. I piccoli nascono tra gennaio e fine di febbraio: lunghi 4 metri e mezzo pesano 2000 kg. La balena grigia è l'ultima specie del genere Eschrichtius, sviluppatosi nell’Oligocene, oltre 30 milioni di anni fa. Vive nel Pacifico Nord orientale (Nord America), tra Alaska e Messico. Nell’Atlantico si è estinta a causa della caccia già nel XVIII  secolo.


Se ti è piaciuto l'articolo fai una donazione anche di un solo euro. Questo sito è finanziato dal contributo dei lettori. Grazie

28/06/2011
Barents Euro-Arctic Council
MarViva, fondazione per tutela coste e risorse marine del Centroamerica
International Marine Conservation Congress